Renault lancia, in Francia, la prima città con il cento per cento di veicoli elettrici: è la cittadina di Appy, in Occitania

La 'Renault Nuova Zoe'
La 'Renault Nuova Zoe'

Da alcuni anni, lo sviluppo della mobilità elettrica è diventato una vera e propria sfida per la società. Prendono forma le aspirazioni ad un mondo «del futuro» più virtuoso ed ecologico, in cui rientra la mobilità elettrica. Per dimostrare che la transizione alla mobilità elettrica è possibile per tutti, Renault, in collaborazione con “Publicis”, ha immaginato un dispositivo inedito inaugurando la prima città in Francia con il “cento per cento di veicoli elettrici”. La città in questione è Appy: per tre anni, gli abitanti di questo Comune del Dipartimento dell’Ariège potranno provare l’esperienza della guida elettrica a bordo di “Nuova Zoe” e condividere le loro impressioni.

“Se gli abitanti di Appy, che risiedono in una delle città più lontane da ogni comfort, adottano la mobilità elettrica, vuol dire che è alla portata di tutti – si legge in una nota della Régie – le loro testimonianze costituiranno un capitolo della nuova storia delle città e villaggi francesi: se questo Comune passa all’elettrico, perché non farlo anche voi? Lungi dall’essere riservati ai grandi centri urbani, i veicoli elettrici ora si adattano ovunque e l’accesso alle soluzioni di ricarica continua a svilupparsi su tutto il territorio. Nel primo trimestre del 2020, il mercato dei veicoli elettrici è triplicato. Renault, all’avanguardia di questo mercato molto dinamico da otto anni, conferma la sua posizione di leader in Francia con il lancio di “Nuova Zoe”, il suo modello elettrico di punta, quello più venduto e diventato una vera e propria referenza del mercato con oltre 100mila unità in circolazione”.

La storia di “Renault Zoe”, la citycar francese più venduta in Europa negli ultimi dieci anni, che si rinnova con più potenza ed autonomia

“Per tre anni e per la primissima volta, Renault mette a disposizione una “Nuova Zoe” per ogni famiglia del Comune nonché le infrastrutture di ricarica necessarie (colonnina /presa a domicilio) e una stazione di ricarica pubblica – continua la nota – grazie ad un’autonomia che va fino a 395 km in ciclo “Wltp” e alla capacità di recuperare fino a 150 chilometri d’autonomia con 30 minuti di ricarica, “Nuova Zoe” è il veicolo ideale per questo dispositivo che contribuisce a valorizzare i numerosi vantaggi della mobilità elettrica. Renault seguirà questi utenti di “Nuova Zoe” per accompagnarli nella transizione ai veicoli al cento per cento elettrici. Con questo dispositivo, Renault raccoglie una vera sfida: quella di “smuovere le acque” e abbattere i luoghi comuni legati alla mobilità elettrica. Gli abitanti di Appy saranno gli ambasciatori inaspettati per dimostrare che passare ai veicoli elettrici è semplice e non complica affatto la vita quotidiana”.